top of page

Risultati attesi

I risultati in termini di prodotti/servizi (Output o Deliverable) che il progetto fornità ai beneficiari saranno:

  • un insieme di indicatori e target, condivisi a livello metropolitano e comunale, che dovranno permettere di esplicitare obiettivi monitorabili in termini di risultati sul territorio sia a livello sovraordinato che a livello di strumenti di governo locali;

  • una selezione di strati informativi territoriali e settoriali necessari per il calcolo degli indicatori comunali, tra cui quelli climatici, che saranno aggiornati nel tempo e distribuiti attraverso piattaforme online di Città Metropolitana di Milano;

  • una metodologia di monitoraggio e valutazione quantitativi dei risultati settoriali e/o complessivi di adattamento e mitigazione sul territorio comunale, con dettaglio sub-comunale ove possibile e pertinente;

  • un modello operativo di semplice comprensione e utilizzo, ad uso degli enti locali, che implementa la metodologia sintetica di valutazione e che sarà finalizzato a rendicontare nel tempo il livello di adattamento ai cambiamenti climatici raggiunto dal singolo Comune come somma di interventi nei rispettivi settori di attività/competenza, possibilmente sia a livello di intero territorio che di singoli quartieri/aree;

  • alcuni indicatori e relativi target, da selezionare nel precedente set, utilizzabili ai fini dell’Agenda 2030 metropolitana;

  • una valutazione delle ricadute DNSH e di impatto climatico di alcune tipologie di opere PNRR che verranno realizzate sul territorio di progetto;

  • corsi di capacity building sui temi trattati dal progetto per gli amministratori e i tecnici di Città Metropolitana di Milano e dei Comuni.

 

I risultati di lungo periodo e i benefici (Outcome e Benefits), che ci si prefigge scaturiscano da tutte le attività di progetto, si possono così sintetizzare:

  • una declinazione maggiormente operativa della sostenibilità con riferimento ai cambiamenti climatici negli strumenti di programmazione territoriale locale;

  • un maggiore coordinamento tra il livello sovraordinato e quello locale relativamente alla valutazione quantitativa delle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici;

  • l’innalzamento negli enti locali del territorio interessato e a tutti i livelli di attività, da quello politico a quello tecnico-operativo, del grado di conoscenza e consapevolezza del cambiamento climatico in atto e degli impatti e dei rischi implicati anche di tipo socio-economico;

  • l’aumento dei fattori abilitanti delle capacità progettuali e rendicontative del territorio a valere su fondi PNRR e bandi europei.

Dall’Agenda 2030 di Città Metropolitana di Milano ai DUP comunali
mediante indicatori e target condivisi sull’adattamento ai cambiamenti climatici

bottom of page